La fuga dei baccelli

blog sinottico di due ricercatori in fuga

July 17th, 2011

La domenica del villaggio e la memoria storica

Santander, by enrico.

17 luglio 2011. Il mio personale rito domenicale spagnolo si è ripetuto anche oggi. Dopo essermi svegliato ad un orario consono al paese nel quale mi trovo, sono uscito per andare nell’edicola più vicina a casa, ho comprate l’edizione domenicale di El Pais e ho cercato una panchina dove sfogliare, con calma, il mio acquisto.

Sin da quando ero uscito di casa avevo notato un’insolita presenza di bandiere spagnole appese in ogni dove, mentre mi sedevo sulla suddetta panchina ho notato un ragazzo che appendeva, tutto fiero, al proprio balcone una bandiera con tanto di simbolo della falange (il corrispettivo spagnolo del nostro PNF). Ho letto i titoli del giornale e mi si è accesa la lampadina! 75 anni fa, tra il 17 ed il 18 luglio del 1936, cominciava un lungo inverno per la società spagnola, scoppiava una guerra civile che sarebbe stato solo il prologo di una dittatura quarantennale. Santander è una città di destra, per non dire fascista, come mi potevo aspettare che festeggiassero l’anniversario? Forse erano coincidenze, forse no, ho iniziato a pensare ai problemi degli spagnoli con la propria storia, alle memorie conflittuali, alla rivalutazione del franchismo che qui sembra inarrestabile soprattutto tra i più giovani, all’importanza di fare lo storico oggi, in questa Europa….

 

Poi ho chiuso il giornale, ho spento il cervello e ho cominciato a camminare. Vicino al porto mi sono imbattuto in una gara di canottaggio, il pubblico era folto e sembravano sinceramente presi dalla competizione. C’era un banchino dove per un euro e cinquanta ti davano una tapa di bonito (una sorta di tonno, ma molto più buono e saporito del nostro, che pescano da queste parti e del quale prima o poi vi parlerò) cotto alla brace sul momento, una vera squisitezza…..mi son preso il mio bonito e mi sono seduto su un’altra panchina.

 

ok, gli spagnoli avranno dei problemi con il loro passato (ma noi forse non li abbiamo?), Santander sarà una città ultraconservatrice, ma mi son reso conto che mi sarebbe potuto andare molto, ma mooolto, peggio.

 

Buona domenica del villaggio a tutti!

 

Back Top

Responses to “La domenica del villaggio e la memoria storica”

Comments (0) Trackbacks (0) Leave a comment Trackback url
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*


Creative Commons License
La fuga dei baccelli by La fuga dei baccelli - Acciai & Trombi is licensed under a
Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.